Se nasci nel posto sbagliato...

Vedi questa bambina nella foto? Suor Laura l’ha notata tra i ricoverati dell’ospedale pubblico perché la ferita sulla guancia era gravemente infetta. È stata fatta nascere col forcipe in modo inappropriato, lacerando la guancia e lesionando la spalla.

 

Le condizioni di Mahlet - questo è il suo nome - erano molto critiche: l'infezione metteva a rischio la vita stessa. Dove era ricoverata non le avevano somministrato nemmeno l'antibiotico. Nemmeno vaccini erano disponibili.

Le missionarie hanno accolto bimba e mamma nella loro piccola clinica provvisoria. La ferita è stata medicata da suor Pauline del Cottolengo e dalle studentesse infermiere. Alfonso, direttore sanitario del nuovo ospedale e medico, ha monitorato la guarigione.

La sua giovanissima mamma la cresce con affetto: è la cosa più preziosa per lei al mondo, soprattutto dopo che suo marito è morto prematuramente.

Il braccino della bimba però è rimasto inerte. Dovrebbe essere operato da un neurochirurgo competente. E ad Adwa al momento non c'è.

Per questa piccola e per i tantissimi bambini che purtroppo ancora oggi nascono nel posto sbagliato e rischiano di non sopravvivere ai primi anni di vita, suor Laura e collaboratori stanno lavorando sodo. E' urgente poter offrire al più presto assistenza sanitaria adeguata a mamme e bambini etiopi.

Aiuta i piccoli come Mahlet a nascere e crescere in un luogo sicuro ed accogliente!

Leggi a questo link come fare