Storie di amore a distanza - seconda parte

Pubblichiamo la seconda parte delle storie che tanti "genitori a distanza" hanno generosamente condiviso con noi, testimonianze di grande affetto, generosità, umanità.

Grazie di cuore a tutti!

 

 

Vorrei rispondere, con poche righe, al Vs invito di raccontare la motivazione per la quale un piccolo gruppo di amici ha deciso di sostenere l’adozione a di un bimbo bisognoso.

Anni fa abbiamo perduto un caro amico a causa di una grave malattia e ci siamo chiesti quale opera di beneficienza avremmo potuto sostenere in sua memoria.

Ci è sembrato bello sostenere l’educazione di una giovane vita a nome degli “amici di Carlo”.

Speriamo che il nostro piccolo contributo sia ripagato da risultati soddisfacenti.

Un caro saluto .

Marcello


 

In occasione del battesimo di nostra figlia Chiara, il 25/11/2007, abbiamo deciso di regalarle, come genitori, un'adozione a distanza.

I regali ricevuti erano tantissimi, a Chiara non mancava nulla, perciò abbiamo pensato che aiutare un bambino come lei, ma più in difficoltà, potesse essere il più bel regalo.

Elisa 

 


 

La mia storia di amore a distanza comincia nel 1999, quando da poco tempo il Signore aveva voluto con sé la mia amatissima moglie. Questa tragedia mi aveva portato a meditare sulla mia vita. Mi ero reso conto che avevo tutto quello che potevo desiderare: l’amore, ricambiato, con mia moglie, una figlia buona e brava e disponibilità economiche sufficienti. Mi ricordo che, guardando il Crocifisso, mi sono venute in mente le parole di San Ignazio di Lojola:  <che cosa hai fatto Tu per me! E io cosa ho fatto per te?> Poco, mi sono detto, molto poco. Devo pensare anche un po’ agli altri. E cosa c’è di più bello della possibilità di essere genitore a distanza e di seguire la crescita di una creatura che ha bisogno del tuo aiuto? Perciò ho scelto, fra le numerose lettere di richiesta pervenute, sei diversi bambini sparsi nel mondo che continuo a seguire. Da allora, certamente, per vari motivi, alcuni sono cambiati, ma l’affetto che provo per tutti è uguale.      

Eugenio


 

Sono una ex insegnante che a scuola ha lasciato il cuore! Quando arrivano le vostre lettere mi sento felice perché penso che, anche se a distanza, posso migliorare il futuro di un angioletto che sarebbe potuto essere un mio alunno... e questo  mi fa sentire utile.

Giulia


 

In questi giorni ho ricevuto, e la aspettavo, la vs splendida comunicazione con i saluti di ferus e henery, ai quali non farò mancare il mio sostegno.

Felice di vederli crescere, bene e in salute anno per anno, grazie al vs affetto smisurato ... e a tutto quello che fate per loro.

La mia esperienza di adozione è questa: dare affetto e amore ai più piccoli e bisognosi, vederli crescere ogni anno ed essere felice del sorriso che mi regalano nella foto.

È bello sapere che la loro vita può essere migliore grazie a tutti noi, nella speranza che un giorno anche loro possano trovare la loro buona strada nel mondo e che siano in grado di camminare da soli e che, a loro volta, portino del bene ad altri così che questa catena della solidarietà non si interrompa mai.

Con affetto

Davide